Monthly Archives: Luglio 2016

Il meglio del design italiano nel trevigiano

il meglio del design 8

C’è il meglio del design italiano in questo appartamento sobrio ed essenziale in questi cento metri quadrati. Il proprietario affida a Poloni & C. l’interior design degli spazi.
Ed è così che gli spazi dell’abitazione iniziano a prendere forma. Poloni decide di non interferire con quelle che sono le linee strutturali della casa, ma al contrario sceglie di caratterizzarle con discrezione.
La cucina Line K di Zampieri è un enorme monolite bianco ghiaccio Oltremateria senza fronzoli che si staglia dal pavimento. Il top è in Oltremateria color ghiaccio, finitura di cui sono rivestite anche le pareti del blocco della zona cottura e lavaggio. Il bianco ghiaccio di questa zona viene smorzato dalle colonne forno in finitura wengé sbiancata, una delle poche note scure di tutto l’appartamento.

il meglio del design 5

La cucina é di Zampieri con top e pareti del blocco cottura-lavaggio in Oltremateria color ghiaccio.

Per la zona pranzo Poloni & C. sceglie un classico senza tempo del designer scandinavo Eero Saarinen. Il top del tavolo in marmo è stato scelto con venatura grigia non particolarmente marcata, proprio per non “turbare” il motivo a più colori dal forte impatto visivo scelto per il pavimento in legno.

il meglio del design 12

Di Desalto le sedie scelte per il tavolo disegnato da Saarinen. Il mobile della zona giorno è di Porro.

Le sedie Sand della casa di complementi Desalto, che qui troviamo abbinate al tavolo, creano un trait d’union con l’acciaio delle iconiche Lc1 di Cassina grazie alla loro struttura cromata. Anche la chaise longue disegnata da Le Corbusier ha struttura cromata lucida: qui abbiamo il piacere di trovarla in una della versioni più interessanti: Villa Curch.

il meglio del design 9
Per il living, Poloni & C. sceglie uno dei programmi di maggior successo della casa brianzola Porro: il sistema Modern disegnato dal talentuoso (e italianissimo) Piero Lissoni.
Alle linee squadrate del divano Moov di Cassina, vengono contrapposte quelle circolari dei piani dei tavolini d’appoggio (anch’essi di Cassina, mod. 9).

il meglio del design3

Un dettaglio delle poltroncine scelte per il living room: LC1 di Cassina, disegnate da Le Corbusier

L’idea progettuale è proprio quella di interrompere le linee oblique del parquet grazie ad elementi, volumi ed altezze diverse. Facendo ciò la superficie si amplifica e si crea un gioco geometrico a cui è difficile sottrarsi, come nelle migliori opere Escheriane.

il meglio del design 1

Nella zona notte è ancora l’estrema pulizia a regnare: per il letto è stato scelto il modello Moov di Cassina che qui troviamo abbinato ai due comodini in legno scuro Night, sempre dell’omonima azienda lombarda.

il meglio del design 11

Cassina firma il letto della camera padronale con il modello Moov in tessuto bianco e struttura cromata

La scelta progettuale dell’armadiatura della camera merita una nota: Gliss quick e Gliss up di Molteni si combinano assieme in una soluzione non “a tutta parete”, ma bensì sospesa in modo da lasciare aria ai due elementi di contenimento sottostanti.

il meglio del design 2
Lo studio del padrone di casa è stato attrezzato con una libreria in olmo chiaro e uno dei grandi classici di Molteni, il programma Password.

il meglio del design 4

Particolarmente riuscita in questo spazio è la soluzione del pensile scorrevole, in grado di offrire tutto il contenimento di cui si necessita senza tuttavia appesantire le pareti.

il meglio del design 6

Atmosfera cozy per lo studio del padrone di casa dove si mescolano sapientemente i laccati, le pelli e i legni

In questa area della casa, un altro grande classico della Linea I Maestri di Cassina: il modello Indochine in frassino nero e pelle naturale abbinato al tavolo scrittoio Mexico in noce canaletto.
Dal punto di vista dell’illumino-tecnica, Flos e Catellani & Smith assolvono egregiamente il compito di illuminare con tonalità calde tutti spazi. In questa realizzazione di prestigio, i laccati, i marmi e le finiture in legno convivono in perfetta armonia. La stessa armonia con cui Poloni & C. riesce a far convivere i pezzi dei Grandi Maestri con quelli di design più attuale.

Chiara Orlando

per Poloni & C. 

marchio poloni

 

Chiara’s room x Poloni & C.

Il primo amore non si scorda mai. Per me è stato il design.
Non è uno scherzo quando dico di essere cresciuta a pane e design. Anzi, pure il pane era di design, visto che si trattava di quello svedese integrale a forma di ruota.
Se dovessi associare al design un oggetto della mia infanzia, penso subito alla lampada da soffitto in carta di riso che avevamo in camera io e mia sorella. Era l’ultima cosa che vedevo quando mi si chiudevano gli occhi e la prima che guardavo al mio risveglio.

13619828_1830783017149577_5097919194803340060_n OOK
Il design – soprattutto quello scandinavo – l’ho sempre respirato.
Sorrido quando penso alle mie amichette che entrando in casa dicevano – “che strana casa che hai!”- Il fatto che non ci fossero divani rivestiti in alcantara e pareti perlinate era forse per loro una stranezza.

Sono lieta pertanto di avere l’opportunità di poter parlare di design e di raccontare le realizzazioni di prestigio della Poloni & C. per i suoi clienti nella Marca, nel Nord Italia e anche nel Far East (Hong Kong).
L’interesse crescente dei committenti e degli addetti ai lavori ha fatto sì che Marco ed Enrico Poloni decidessero di avvalersi della mia figura per illustrare il loro lavoro di Interior Designer esclusivi.

poloni web
Il primo progetto che avrò il piacere di raccontarvi sarà proprio una loro recente realizzazione nella Marca.
Stay tuned.

Chiara Orlando

 

Poloni & C. s.a.s. via Treviso 96 – Signoressa di Trevignano Tv – Italy
Orari di apertura showroom: 

Dal lunedi al venerdi 9.00-12.00 • 15.30-19.30  Sabato 10.00-12.00 16.00-19.30 Domenica chiuso
Telefono +39.0423.819875 – Fax +39.0423.670633
Marco Poloni – Mobile+39.347.7157967 – marco@poloniarredamenti.it
Enrico Poloni – Mobile+39.340.6161205 – enrico@poloniarredamenti.it
E-mail: info@poloniarredamenti.it

http://www.poloniarredamenti.it/

Cinemadivino: appuntamento con Soul Kitchen

Illustrazione di I.Rogues

Illustrazione di Aria Rogues

Il cibo e il vino sono due delle mie più grandi passioni e quando ho sentito parlare della rassegna Cinemadivino, non ho potuto non esserne incuriosita.
La rassegna “Cinemadivino – i grandi film si gustano in cantina” è un percorso di tipo enogastronomico-cinematografico realizzato nelle aziende agricole e vitivinicole del territorio nazionale. La proiezione delle pellicole viene preceduta da una degustazione di vini ed altri prodotti tipici della zona. L’iniziativa è volta a far conoscere agli appassionati di enogastronomia alcune tra le più interessanti pellicole che trattano proprio questo tema e ad avvicinare gli appassionati di cinema al mondo della gastronomia.

Il trailer del Film Soul Kitchen verrà proiettato stasera

Il cinema, a mio avviso, potrebbe essere accompagnato da un buon calice di vino, così da amplificarne la magia e farci sognare un po’ più a lungo.
Ma veniamo all’appuntamento previsto per stasera di “Cinemadivino – i grandi film si gustano in cantina”: ad ospitare la degustazione e la proiezione del film sarà l’Albergo Ristorante Belvedere di Sequals. Alle ore 19.30 avremo l’opportunità di degustare i prodotti dell’ Az. Agricola Borgo delle Oche e dell’ Az. Agricola Quinta della Luna, mentre alle ore 21.30 verrà proiettato il film Soul Kitchen, opera del 2009 del regista Fatih Akin.
Quello di stasera è il penultimo degli eventi della rassegna organizzati in Friuli. La chiusura del programma sarà alle Tenute Tomasella a Mansué il 21 luglio con la proiezione di Barolo Boys.

Chiara Orlando

 

cinema divino banner

La rassegna vede la collaborazione di Discovereat e Cinemazero assieme per Cinemadivino.

Per maggiori info:

http://www.cinemadivino.net/friuli/

http://borgodelleoche.it/

http://www.quintadellaluna.it/it/azienda.php

http://www.albelvedere.it/

 

E’ tutto pronto per il FMK Short Film Festival

fmk

E’ tutto pronto per la serata di inaugurazione del FMK Short Film Festival, la rassegna di cortometraggi provenienti da tutto il mondo, oramai giunta alla sua tredicesima edizione. Anche quest’anno la “piccola”, ma attivissima cittadina di Pordenone, si trasformerà ancora in luogo in cui ospitare “grandi” eventi cinematografici. D’altra parte potrebbe non essere così quando ad organizzare l’evento c’è Cinemazero?

Il programma previsto per questa edizione di FMK sarà all’insegna dei cortometraggi internazionali più premiati e rilevanti. I corti che verranno proiettati in Arena Calderari – spazio che vanta ben 600 posti a sedere – e nel Chiostro di San Francesco, sono stati selezionati da Cinemazero nei maggiori festival cinematografici. Quello che gli spettatori potranno gustare è senza dubbio un evento unico nel suo genere: una rassegna di cortometraggi di storie vere, cartoons, horror e pellicole di grande impatto grafico.

Appuntamento dunque a stasera con uno degli eventi cinematografici più interessanti promossi in regione.

Questa sera, causa maltempo, le proiezioni avranno luogo nella Sala Grande di Cinemazero e non in Piazza Calderari. Nei giorni a seguire la programmazione avverrà in Arena Calderari e nel Chiostro di San Francesco.

Qui di seguito il programma completo di FMK Short Film Festival dal 12-14 luglio 2016:

Programma

Per maggiori informazioni in merito al Festival: http://www.fmkfestival.it/

Chiara Orlando