Tag Archives: pordenonelegge2016

pordenoneveste: il meglio e il peggio di pordenonelegge

copia-di-copia-di-pordenoneveste-3

Cala il sipario su pordenonelegge e si alza su pordenoneveste con l’articolo dedicato ai migliori e peggiori look dell’evento pordenonese.
Mi perdonerà Michela Zin se dico che il tempo inclemente è stato in fondo per me una vera benedizione. E il motivo è semplice: di tatuaggi al collo quest’anno non ne ho visti, così pure non ho visto tante t-shirt attillate e variopinte con scritte in inglese (incomprese da chi le porta) indossate da uomini e donne che non si arrendono al fatto che con gli anta, gli addominali non sono scolpiti come quelli che avevano in gioventù.

Il meteo bizzarro ha fatto sì che di carnevale ce ne fosse meno, che le panze e le maniglie dell’amore fossero più al coperto.
Anche le rondini sembrano essere già partite per svernare al caldo: di sopracciglia depilate a volo di rondine ne ho contate due nell’arco di sei ore. Un ottimo risultato che mi fa sperare che questa oscenità possa diventare out nel giro di poco e che l’uomo mediterraneo possa fermare in tempo la sua auto castrazione in femmina o altro genere non ben identificato.
Il pubblico di pordenonelegge quest’anno è più ricercato. In tanti sembrano abbracciare il suggerimento di diventare un tutt’uno con la città vestendo con dettagli di colore giallo.

Photo credits ©gitans_bee; photo credits ©Alessandro Secondin

Photo credits ©gitans_bee; photo credits ©Alessandro Secondin

Il prezioso team di pordenonelegge sceglie il giallo e il nero, colori che si ritrovano ovunque in città. 

Un’altra cosa che mi è piaciuta è che, a differenza dell’anno scorso, il pubblico dell’edizione 2016 si prestasse per le foto e fosse felice di raccontarsi per pordenoneveste.
Questa signora pordenonese, se non fossi sicura di averla fotografata in centro, mi sembrerebbe più una newyorkese che vanta amiche glamour del calibro di Iris Apfel e Dianne Furstenberg. Settant’anni portati con uno stile che fa invidia alle ventenni: dalla stringata lucida al giacchino operato.

Settant’anni portati con un stile che fa invidia alle ventenni: dalla stringata lucida al giacchino operato. Photo credits ©Alessandro Secondin

Nota eccentrica in Corso è un “classico” Giampiero Mughini che, solo qualche istante prima del mio scatto, si era tolto una delle sue mirabili montature. Poco male, visto che con questa giacca e le scarpe rosso Valentino faccia capire già qual è il look che aborre: “il look sobrio”.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-9

Giampiero Mughini in Corso, noto amante del look sobrio

Lei non è pordenonese, bensì svedese ed è proprio una delle autrici che hanno presenziato a pordenonelegge. Impossibile non scorgere in lei la classe di Jackie Kennedy e Liz Taylor in questo scatto che mi regala con piacere, felice di essere ambasciatrice del buon gusto per pordenoneveste.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-8

La classe di Jackie Kennedy e Liz Taylor in questo scatto che mi regala con piacere, felice di essere ambasciatrice del buon gusto per pordenoneveste.

Romanticismo e rock, convivono alla perfezione in questo look perfetto per un settembre inoltrato. L’abito rosa iperfemminile acquista grinta grazie al giacchino in pelle nera, alla borsa con borchie e ai lunghi pendenti all’orecchio.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-17

Romanticismo e rock, convivono alla perfezione in questo look perfetto per un settembre inoltrato

Lei ha il viso di chi sa di essere perfetta per pordenonelegge: il pantalone palazzo con balza a minuscoli quadratini di Vichy neri e bianchi rompe la monotonia della maglia nera e rende la giacca in pelle meno aggressiva. Ai piedi un paio di calzature con la punta chiusa ed arrotondata e tacco robusto, sono l’ideale per affrontare al meglio le code agli eventi di pordenonelegge.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-10

Lei ha il viso di chi sa di essere perfetta per pordenonelegge e pure il look.

C’è poi chi sceglie di abbracciare l’autunno vestendo i colori autunnali con una palette di marroni e tessuti morbidi.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-3

I colori autunnali con una palette di marroni e tessuti morbidi per pordenoneveste

L’amore per il design e l’architettura non può non far capolino nei capi scelti da uno dei curatori della splendida mostra Bookart, Beyond Reading. Nel bomber ritroviamo qualche richiamo ad Escher grazie allo scacco bianco e nero, poi quest’ultimo domina su maglia e i pantaloni. L’occhiale nero diventa prezioso grazie al glitter ton sur ton nero.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-4

Nel bomber ritroviamo qualche richiamo ad Escher grazie allo scacco bianco e il nero, poi il nero domina sul resto dell’outfit

Peccato che questa signora fosse troppo di fretta: il blu notte e il verde bottiglia giocano a nascondino in un ampio gonnellone, uno scialle in seta e nelle calzature dal tacco scultura. Con i Jimmy Choo ai piedi non ce l’ho fatta a raggiungerla in tempo prima che si dileguasse tra i vicoli della città.

20160918_123218

Per la signora di fretta l’ampio gonnellone, uno scialle in seta e nelle calzature dal tacco scultura.

Anche un cuore di pietra come il mio non può che sciogliersi di fronte a questa coppia che cammina mano nella mano, lei oltretutto in giacca gialla: l’amore e la cultura trionfano sul grigiore del cielo, sulle sopracciglia ad ali di rondine, sulle T-shirt adolescenziali.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-12

l’amore e la cultura trionfano sul grigiore del cielo e su tutto il resto

Piacerebbe molto a Susanna Agnelli questo look scelto da mamma e bimba con due sorrisi graziosi e gentili che, oltre alla buone letture, amano pure il bianco, il blu e le righe alla marinara.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-7

Piacerebbe molto a Susanna Agnelli questo look scelto da mamma e bimba perfette marinare.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-6

Abito romantico nero con balze in motivo sangallo per pordenoneveste

All black ad eccezione della pochette rosso fuoco per questa signora con caschetto castano. Per pordenonegge sceglie un abito romantico nero con balze in motivo sangallo. Il sandalo anch’esso nero ha i lacci che salgono sino alla caviglia.

E che dire di loro? Anche loro entrano nella mia personale hit-parade dei look di pordenoneveste vista la scelta azzeccatissima delle calze di lei (omaggio al gattaccio nero di pordenonelegge) e baffi, barba e occhiali di lui, che lo fanno sembrare uno scrittore d’altri tempi, amante della pipa e della musica classica.

pordenoneveste-il-meglio-e-il-peggio-di-pordenonelegge-5

Il look vincente per pordenonelegge? Il loro!

E io? Questa volta, anche se vi sembrerà strano, mi sono vestita anch’io come un gatto nero: pantalone, scalda cuore in velluto nero, canottiera nera, cintura nera, ma mi sto già impegnando nella ricerca di un bel tessuto giallo con cui farmi un bell’abito a caffettiera per il prossimo pordenoneveste.

Chiara Orlando 

per maggiori informazioni in merito a pordenonelegge: http://www.pordenonelegge.it/