La mantovana del fienile

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

I L    P I N N A C O L O   S H A B B Y   E    C O N   M O L T O   S T Y L E 

Quando venne presa la decisione di rimettere a posto il fienile, presi la cosa malissimo. Non perché non capissi che le cose così non potevano durare, ma perché ero così abituata a quelle tavole grigiastre e alla splendida Passiflora Caerulea che le ricopriva, che sarebbe stato difficile privarmi di quella vista.
D’altra parte però la stalla era diventata davvero pericolante, e ad ogni bava di vento, avevo il terrore di ritrovare i coppi in giardino, se non addirittura la stalla intera.
L’altra cosa che mi lasciava perplessa era il pensare per quanti mesi, la mia vista dalla cucina sarebbe stata sulle impalcature degli operai. E questo nella stagione più bella dell’anno!
Del fienile originale, a lavori fatti, non è rimasto nulla se non la muratura e il tetto che hanno visto passare la storia di un secolo intero.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
la splendida Passiflora Caerulea che dominava tutta la facciata del fienile

Ora, le colonne che non sono più percorse dal fusto energico della Passiflora, hanno trovato un degno rimpiazzo con i Solanum Jasminoides Album in grado di garantire una fioritura pressochè perenne.
La mantovana ricamata in alto nel fienile è stata rifatta ex novo, ma non potrà mai equagliare la bellezza di quella eseguita con grande talento dai falegnami di un’ altra epoca.
Della vecchia mantovana, ho deciso di tenere il grande “pinnacolo” che guardava a testa in giù il cortile, con quelle belle tavole rovinate da piogge e tarli.

IMG_2363
Ora, il mio pezzo di mantovana, si trova nel living sopra ad una mensola dalla finitura craquelé di Dilmos. E’ sorprendente vedere come due pezzi fatti in epoche così lontane siano perfettamente in sintonia. Ed ancora, per l’ennesima volta, ho la conferma che il bello non ha tempo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: