Il teatrino sito all’interno del Castello di Valvasone

IMG_20140818_100037

U N’ A L T R A   P  E R L A   D A   V E D E R E    A   V A L V A S O N E

La rievocazione storica di Valvasone è terminata ormai da qualche giorno, ma i ricordi sono ancora vivi: dal rullo dei tamburi alle strade invase da splendidi costumi medioevali. E non per ultimo un pubblico numeroso (anzi numerosissimo) che incitava sbandieratori ed artisti a realizzare prodezze con cui noi comuni mortali preferiamo non misurarci.

IMG_20140818_095720-EFFECTS
L’accesso al Castello dal parco.

Questa edizione di Medioevo a Valvasone va ricordata per diverse ragioni, ma in primo luogo perché fa ben capire che ritorno può esserci quando gli eventi sono ben organizzati.
D’altra parte alcuni scorci del centro di Valvasone tolgono davvero il fiato e credo non ci sia visitatore che non abbia capito di trovarsi di fronte a vere e proprie perle architettoniche.

IMG_20140818_101526

Ma lontano dal brusio e dalla calca dei visitatori, ci sono altre perle a Valvasone che vale la pena visitare.

Una di queste è senz’altro il delizioso teatrino sito all’interno del Castello di Valvasone.

IMG_20140818_101117
I meravigliosi affreschi alle pareti del teatrino e in primo piano i palchetti decorati.

Vi confido che anch’io l’ho visitato solo di recente, ma proprio per questa ragione sento l’obbligo di parlarne per evitare che ad altri sfugga una tale meraviglia. Il teatrino è una vera rarità, in quanto teatrino privato. La sua costruzione pare sia avvenuta nel Settecento, pertanto in epoche ben successive alla costruzione del Castello datato invece 1252. Non che ciò debba sorprenderci più di tanto: sappiamo bene che i lavori eseguiti in palazzi di tali metrature erano ripresi in mano più volte e difficilmente venivano chiusi nell’arco di un decennio.

IMG_20140818_101704
Uno degli affreschi rinvenuti nella stanza adiacente al teatrino. Suggestiva e ricca di interpretazioni.

Gli affreschi del teatrino vengono restaurati in modo certosino nel 2006. E sarà un vero tripudio di colori e di forme quello che vedrete alle pareti: dal colore rosato dei putti al verde acqua presente negli elementi vegetali. Ma se la tonalità seppia definisce strumenti musicali panciuti, drappi e fregi si alternano nel colore bianco, nell’oro e in tutte le sfumature dei marroni. Non mancano riferimenti simbolici e naturali, ed alcuni di voi potranno cogliere anche dettagli piuttosto singolari.
Il caso vuole che durante il restauro del 2006 vengano alla luce anche altri affreschi riconducibili all’epoca del Quattrocento in una stanza adiacente al teatrino.
Una piacevolissima sorpresa. E qui le interpretazioni alle scene così ben dipinte possono essere le più disparate.

Sarò curiosa di sentire la vostra.

Chiara Orlando

 

Castello e borgo di Valvasone
Piazza Castello
33098 Valvasone (PN)

Per maggiori info: www.comune.valvasone.pn.it

Ufficio Turistico

Pro Valvasone
Presidente: Culos Nicoletta
Piazza Libertà’, 1
Telefono: 0434.898898
Fax: 0434.899220
Mail: valvasone.ufftur@virgilio.it
Sito web: www.provalvasone.it
Apertura al pubblico: dal lunedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: