Venezia 72: i primi tre film stranieri

Manca davvero pochissimo alla 72esima Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia. Nell’imbarazzo della scelta dei film da presentare per primi, abbiamo ceduto alle lusinghe dei film stranieri più attesi ed oggi vi daremo qualche piccola anticipazione su tre pellicole in concorso. Anche se in realtà c’è qualcuno che afferma che Venezia stia subendo le angherie degli altri Festival e stia perdendo in prestigio, di registi, sceneggiatori e stars ne vedremo parecchi al Lido di Venezia.

Everest

Rompiamo il ghiaccio con un film che di ghiaccio ne ha in abbondanza nei suoi centocinquanta minuti di proiezione: Everest.
Everest, da voci di corridoio e dal trailer lanciato ufficialmente il 4 giugno, sembrerebbe un prodotto che lo spettatore troverà gradevole a fine proiezione.
D’altra parte il cast stellare che avremo il piacere di vedere in questa pellicola, è solito affondare i denti su qualcosa di ben fatto e il film pare risponda a queste caratteristiche.

Everest movie
E’ Baltasar Kormákur a dirigere e ci riporta indietro ad un fatto di cronaca accaduto negli anni novanta – per la precisione nel 1996 – di cui si parlò a lungo. Quella che vedremo raccontata in pellicola sarà la tragedia che colpì un gruppo di alpinisti sul monte Everest (furono ben 12 persone le persone che persero la vita nell’incidente). Il cast conta attori del calibro di Jason Clarke, Jake Gyllenhaal, Josh Brolin, John Hawkes, Robin Wright, Michael Kelly, Sam Worthington, Keira Knightley e Emily Watson.

Black Mass – L’ultimo gangster

Johnny Depp ritorna sul grande schermo con il ruolo di mafioso irlandese – e pure informatore dell’ FBI- che sembra essere fatto apposta per lui.
E anche se in realtà ci eravamo abituati al suo essere camaleontico dopo i tanti film di Tim Burton, vederlo vestire i panni (molto sporchi) di questo cattivone irlandese, ci fa pensare che i suoi limiti siano ancora lontani.

Il regista Scott Cooper, lo stesso di Crazy Heart con cui si è portato a casa due Oscar (anche grazie ad uno strepitoso Jeff Bridges), firma questa terza opera. Si dice che ne sentiremo parlare a lungo, anche dopo la presentazione ufficiale a Venezia 72. Gli altri attori sono tutti di spessore: Benedict Cumberbatch, Kevin Bacon, Joel Edgerton, Sienna Miller e per ultima Dakota Johnson, l’unica su cui abbiamo delle forti riserve dopo il deludente 50 shades of grey.

Janis

Non può mancare in questo primo tris di anticipazioni un altro film che siamo davvero curiosi di vedere: Janis.
In fondo ci sembrava impossibile che nessuno avesse mai pensato di raccontare in pellicola la signora Joplin. A ciò pensa finalmente Amy Berg, quella Berg che si sta facendo conoscere soprattutto per i documentari. E così, anche sul red carpet di Venezia zeppa e pantalone a zampa d’elefante verranno finalmente sdoganati e potremo tirare un sospiro di sollievo.
Ironia a parte, ci auguriamo che questo film possa mettere d’accordo gli amanti del rock, ma pure il resto del pubblico su una delle voci più belle di tutti i tempi.

Chiara Orlando

per Fondazione Giovanni Santin Onlus 

http://fondazionegiovannisantinonlus.com/

banner fondazione

Rispondi