Design classic: Thonet @Chiarasroom

Thonet design classic

Non ha nessuna importanza se di divani in casa ne ce siano e non manchino pure le sedute extra per gli ospiti: quando arriva un Thonet, il posto lo si trova punto e basta. Anche Edra Mazzei pare essere stata d’accordo con questo upgrade classicheggiante: ai riccioli del divano a tre posti di Thonet nessuno può resistere, tanto meno la sottoscritta.

Thonet paglia di Vienna
All’inizio pensavo di trovargli un’altra collocazione, ma poi mi sono detta che sarebbe stato davvero un peccato non ammirarlo mentre faccio colazione. D’altra parte il detto non è forse: “il buon giorno si vede dal mattino”? Ebbene, vi assicuro che iniziare la giornata guardano l’intreccio della paglia di Vienna ha un sapore del tutto diverso. E sebbene il divanetto dia un tono “borghese” ad una vecchia casa di campagna in cui c’è anche parecchio design, la cosa non mi dispiace affatto. C’ho messo un oretta a girare i divani bianchi HF, l’Homme et la Femme di Edra Mazzei, il tavolo in legno basso di Casamilano e poi a posizionare questo capolavoro di legno scuro e curve mozzafiato.

Thonet design

Mi piace pensare che il genio dell’ebanista austro-ungarico Michael Thonet incontri il genio di Achille Castigioni e la “lucida follia” dei RARI e che lo facciano proprio mentre bevo la mia moka da quattro.

Di caffé ne dovrò preparare uno buonissimo per la signora da cui l’ho ricevuto. Anzi, farò di più: ritornerò a prendere in mano mattarello e farina, proprio come ai vecchi tempi. D’altra parte mi sembra davvero il minimo.

Chiara Orlando

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: